Home Page del Comune Clicca per approfondimenti

Clicca per visualizzare la guida alla navigazione
 
 

TERRITORIO

 

in evidenza

 

Risorse

 

 
Sei in: - DIALETTO E PROVERBI
DIALETTO E PROVERBI
Satira di Caliono
Autore Pietro Benigni

..." Nel 1800, l'anno 82, si andava a due a due
non si poeta parlar.
Dentro il Canistri si sedeva un gran birbone
per nome era chiamato Francesco Galeone.
Era lui,si era lui che Canistro volea assassinar
Era cattivo e s'era fatto , fatto no cano! Sicciso chi ci dicea
poveromo, viva la nazione viva il re! Abbasso il Municipio
e pure Caliono.
Sentite buna gente accdde un grande misfatto, alla piazza
di Canistro è successo un gran fattaccio.
Don Peppe Vecchiarelli comone no lambimeglio ci si levò
il cappello e si mise a posto la...
La gente tutta agguerrita si riunisce inferocita , andiamo a
quel comune lo volgiamo ammazzà. Sorti brutto coniglio da
quel nascondiglio va via, fuori di qua.
Sono un padre di famiglia abbiate pietà di me pietà perchè
tutti nella vita ci possiamo sbaglià.
Non servono lamenti ne raccomandazioni, fin da questo
momento va via fuori di qua.
Riporta li quatrini, la moneta d'argento sennò qualche
tormento a casa tua verrà
Arrivano Vincenzo e Gaetano aprirono le porte dle comune
prendono quello immune e fino alla Casetta lo vanno
accompagnà
Allora Gaetano disse: "Segretario se torni indietro ti volgiono
ammazzà"
Soldati a quattro a quattro marciavano in afgguato per poter
la gente incatenà
C'è donna Calabrese moglie di Rotolano
che coce carne e pane per poterli fa mangià....
 

Autore Pietro Benigni detto de Ciomento fratello di Vituccio o porcaro 
(guardiano dei porci).
 
 
 

Non vi sono sottopagine
Sei in: - DIALETTO E PROVERBI

Territorio

 
 


Team sviluppatori
| Grafica e Redazione | Copyright